...tante finestre differenti, come lo sono fra loro gli esseri umani e i loro punti di vista sul mondo.

Le finestre spalancate da

Il bello dell'Italia per John Grisham

Fra i tanti libri che ho letto,ed i pochissimi che mi sono rimasti in un pezzettino di cuore,c'è di sicuro quello scritto da John Grisham, l'autore di Avvocato di Strada, ma soprattutto di quel meraviglioso affresco di una stagione passata qual'è La casa dipinta.

Ne Il professionista, Rick, giocatore di football americano, fallito in patria, tenta con poca convinzione un'ultima stagione agonistica in Italia, dove questo sport è giocato a livello amatoriale.
Il libro è ambientato a Parma, fra terre di grandi musicisti, come Verdi e Toscanini, scrittori illustri quali Guareschi e Bevilacqua, opere d'arte di sommo livello del Parmigianino e del Correggio.
Lo spaesato giocatore trova atmosfere uniche, l'amicizia genuina, una vera fratellanza, la buona cucina, un   modo particolare di applicare la legge, più "umano".
Viene persino invitato al Teatro Regio per l'Opera lirica.

Tra allenamenti serali conclusi inderogabilmente al ristorante, inviti a cena, manifestazioni di affetto, partite serrate e cruente vinte in tutta Italia, Rick trova, oltre al proprio riscatto, persino una bellissima ragazza del suo paese.
Straordinariamente avvinta da Cattedrali, Musei, Castelli, Romanico e Barocco.

Sarebbe però riduttivo liquidare il libro come una banale storia d'amore tra un giocatore di football ed una ragazza. Quello che emoziona è molto di più.Un atto di grande amore verso la città di Parma,il modo di vivere di noi italiani, le nostre belle abitudini,la nostra cucina,le automobili ancora col "cambio manuale".

Potrebbe, perfino, essere una iniezione di fiducia verso noi stessi.

John GRISHAM , Il Professionista
Oscar Mondadori, 1° edizione, gennaio 2009, pagg. 266.


Costantino

70 commenti:

Luigi ha detto...

non conoscevo questo libro Costantino: è sempre interessante conoscere l'immagine che gli stranieri hanno del notro paese!!!

cristina ha detto...

Che bello questo nuovo Blog! :-) l'immagine delle case sullo sfondo è emozionante e si accorda con il mio modo di essere! :-) Per quanto riguarda il libro di cui parli, non l'ho mai letto... ma mi sono incuriosita...l'ho metto tra i miei desideri! Ciao Costantino!:-)

Costantino ha detto...

Luigi,Grisham,oltre ai libri di grande successo, a volte "ci mette il cuore" in opere che si discostano un po' dal suo genere,e che mi risultano particolarmete belle.

Cristina,grazie per i complimenti a questo blog
collettivo,e grazie per esserti iscritta tra i lettori.

Zio Scriba ha detto...

Non per fare a tutti i costi l'anti-italiano, ma forse l'immagine di Grisham è un po' tropo positiva, romantica, ingenua, intellettualistica. Per riequilibrarla, consiglio lo splendido romanzo (sempre scritto da un Americano e sempre di argomento sportivo, ma calcistico) IL MIRACOLO DI CASTEL DI SANGRO, di Joe McGinniss. L'autore è tutt'altro che nemico dell'Italia, ma credo che dal suo libro venga fuori un ritratto assai più vero!

Valentina ha detto...

Ciao Costantino, non conoscevo questo blog ma sono contenta di averlo scoperto, è interessante come il tuo e mi piace l'idea del collettivo..la lettura è l'altra mia grande passione, e mi ha incuriosito questo post. Ti auguro una buona giornata, ciao

Costantino ha detto...

Nicola,hai perfettamente ragione,gli italiani hanno tanti pregi, ma ci sono,da noi,tante cose che non vanno. Direi che,leggendo tra le righe,
se ne era accorto anche lui.
Ricordo la squadra del Castel di Sangro e la sua scalata alle serie superiori del calcio.Non appena lo trovo,penso proprio che mi metterò a leggerlo.
Cia,Costantino

Costantino ha detto...

Grazie ,Valentina,per il tuo commento ed il tuo apprezzamento.

chaillrun ha detto...

John Grisham è uno degli scrittori che "seguo" m'è piaciuto il libro in questione.
Chiaro che l'aver dato un merito al nostro Paese, in specie a Parma, è positivo, ma paradossalmente a volte mi riesce difficile che uno scrittore straniero mi porti a d apprezzare cose, città e persone che per me dovrebbero "essere di casa".
E non m'è capitato solo con Grisham.
Comunque è stato veramente un piacere passare di qua :) Felice serata

Costantino ha detto...

Chaillrun,grazie per il tuo commento e per avere condiviso l'apprezzamento per Grisham.
Ho notato spesso cheuno straniero "vede in positivo"alcune cose italiche che magari noi non riteniamo tali.
Del nostro modo di vivere noi vediamo bene i difetti,mentre gli stranieri ne apprezzano la forma libera,oltre la tradizionale generalità
italica.
Io vedo questo,comunque,come una iniezione di ottimismo.
Poi Grisham stesso mette in rilievo alcune contraddizioni che lo lasciano perplesso.
Scusami per la risposta lunga ed articolata,ciao,Costantino

Costantino ha detto...

P.S.tradizionale generalità,va letta come "tradizionale generosità".
Grazie

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

Costantino grazie per questa interessante condivisione. un caro saluto

Costantino ha detto...

Carla, molto graditi il tuo passaggio ed il tuo commento.
Un saluto,Costantino

Elio ha detto...

Ciao Costantino, grazie per la segnalazione di questo blog che tornerò a visitare. Non conosco l'autore di cui parli, ma, da quando sono in Francia (11 anni), cerco di leggere autori francesi per perfezionarmi nella lingua. Non so se "Il professionista" sia stato già tradotto in francese. Mi informerò. Ciao ed a presto.
PS - Grazie per i tuoi continui interventi nel mio blog.

Costantino ha detto...

Ciao Elio,grazie al tuo blog mi immergo nella atmosfera bellissima di Venezia,e scopro sempre
nuove meraviglie di questa cità unica.
Grisham è stato tradotto certamente anche in francese e alcune sue opere sono a mio parere
di bella e piacevole lettura.

il monticiano ha detto...

Ciao Costantino, questo tuo post su "Il Professionista" è di John Grisham uno scrittore che ammiro e del quale ho letto qualcosa come diciotto romanzi alcuni dei quali diventati anche dei bellissimi film. Questo romanzo di cui scrivi non l'ho letto ma se non sbaglio tratta lo stesso argomento - il football americano - di un altro romanzo sempre di Grisham "L'allenatore" che invece ho letto.
Grato per l'informazione,
aldo.

Renata ha detto...

Sei inconsciamente un ottimo pubblicitario. Ottimo perché, da come porgi, esalano sentimenti di ammirazione profonda che intriga e convince. Grazie Costantino. e buona serata.

Costantino ha detto...

Aldo,confesso di non aver letto "L'allenatore".forse l'unico di Grisham che non ho letto.
L'argomento è lo stesso,l'ambientazione a Parma
mi è piaciuta,come anche lo stupore di Rick,giocatore fallito in patria,di fronte ad un modo di vivere profondamene diverso da quello americano.
Sono felice che anche a e piaccia paricolarmente Grisham,abbiamo le stesse preferenze.
Buona serata,Costantino.

Costantino ha detto...

Renata,credo proprio di sì.Del resto,magari meno
della "Casa dipinta" e di "Avvocato di Strada",ma questo libro mi è subio piaciuto fin dalle prime pagine.
Un saluto,Costantino.

bilibina ha detto...

Ciao Costantino!! Non conosco questo libro ma non mancherò di farlo, dopo aver letto il tuo post, grazie!!
Buona serata
Carmen

Costantino ha detto...

Ciao Bilibina,è un libro la cui lettura mi ha appassionato.
Serena serata,Costantino

tiziano ha detto...

Ciao Costantino libro interessante ambientato in quella città ospitale per tradizione che è Parma.
buona serata.
Tiziano.

Adriano Maini ha detto...

Avevo letto la recensione, ma poi mi sono dimenticato del libro. Colpevolmente, viste le mie origini, avite, in quella provincia.

Alessandra ha detto...

Non conosco questo libro ma tu, con poche righe, convinci chiunque a leggerlo! Mi piace soprattutto l'idea dell'iniezione di fiducia che non guasta mai!

grigioazzurro ha detto...

Ciao Costantino. Bellissima recensione.. un libro che sicuramente cercherò. Grazi.. a presto.

lui ha detto...

ciao...che bello il blog.... le case da sfondo accolgono i visitatori...e la recensione è molto interessante e ben scritta...anche se io non ho letto il libro....
ciao.luigina

Costantino ha detto...

Tiziano,città davvero ospitale Parma!

Alessandra,sì da ul lbro una iniezione di fiducia.

Adriano,bella provincia ,quella di Parma,arte,buona cucina,gente ospitale.

Costantino ha detto...

Grigiazzurro,un bel libro,al di là della mia recensione.

Lui, un bel blog,belle le case che fanno da sfondo.Unisco al tuo il mio apprezzamento a chi
l'ha ideato.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Molto interessante!

Lina-solopoesie ha detto...

COSTANTINO BUON GIORNO .
Ne ho letti pochi libri di John Grisham. Sicuramente quello che mi è piaciuto di più è stato "La giuria": il modo bizzarro in cui il protagonista riesce a districarsi e a convincere sia i giurati che a corrompere gli avvocati dell'accusa .Ma anche per l'impostazione del romanzo che lo rendeva scorrevole e gradevole.
CIAO LINA

Costantino ha detto...

Grazie Cavaliere!

Lina,si Grisham,il bravissimo autore di tanti "legal thriller di grande successo",ma anche il cantore appassionato ed autentico di
realtà apparentemente piccole.
Ciao,buon fine settimana.

Sandra M. ha detto...

Anche a me di Grisham piace SOPRATTUTTO "La casa dipinta".
Mi procurerò questo libro che suggerisci...mi incuriosisce il fatto che non sia un legal thriller.

rosy ha detto...

Non ho letto questo libro ma per farne un post caro Costantino deve esserti rimasto davvero nel cuore.
Si legge tanto ma poi chi sa il perchè pochi libri letti ci restano nel cuore per sempre, parlo per me.
Complimenti per la grafica di questo tuo nuovo blog se ho letto bene.

Grazie del tuo passaggio in punta di piedi
Buon fine settimana ciao!

Ambra ha detto...

Ciao Costantino. Mi sembra proprio che valga la pena di leggerlo questo libro. E poi Parma con la sua atmosfera splendida, ricca di storia e di cultura, è una cittadina che adoro e un libro ambientato in essa mi piace già a priori.
Ho messo questo tuo blog nel mio blogroll.

Fabipasticcio ha detto...

passare un giorno della vita nelle scarpe di qualcun altro...vedere quello che viviamo con gli occhi di un altro, uno straniero, sì potrebbe farci capire quante ricchezza c'è in questa nazione e quante cose belle ci perdiamo...
Buona serata Costantino

chicchina ha detto...

Quando si parla di libri...
Mi è piaciuta la tua recensione,credo che mi procurerò il libro,anche perchè parla di una citta alla quale sono molto legata.
Non ho letto niente di Grisham,é grave?Inizio subito con "Ultima sentenza" che mi trovo in casa.
Ciao Costantino,passerò ancora da qui,mi piace l'idea e cercherò di conoscere gli altri inquilini.

Costantino ha detto...

Sandra,piena condivisione di giudizio per "La Casa Dipinta".

Rosy,grazie per i complimenti,che condivido con
chi ha ideato il blog e chi vi ha contribuito con i propri post.

Costantino ha detto...

Ambra, Parma gran bella città,ed il libro di Grisham sicuramente interessante.

Fabipasticcio,mi piace "passare un giorno della propria vita nelle scarpe di qualcun altro".
Buona serata anche a te.

Costantino ha detto...

Chicchina,"grave2 no, ma secondo me ne vale la pena.
"Ultima sentenza" appartiene al suo filone principale,ed è,secondo me,un bel leggere.

^_^ M@ddy ^_^ ha detto...

Ciao carissimo, eccomi finalmente !
(Perdonami l'intempestività, ma a ridosso del weekend sono sempre così presa...)

Grazie davvero per la segnalazione di questo libro e soprattutto dell'entusiastica recensione personale...incentivo in più per l'acquisto e la lettura!

Un abbraccio, gioioso weekend!

M@ddy

Costantino ha detto...

Ciao Maddy,i tuoi scritti ed i tuoi commenti ispirano sempre gioia e riflessione.
Buona domenica,Costantino.

riri ha detto...

Questo libro mi aveva fatto sentire più italiana, se così si può dire, uno affresco ed una carezza ad una città incantevole..hai ragione Costantino, a volte serve un'iniezione di fiducia.Un abbraccio e buon fine settimana.

Rosa ha detto...

ciao Costantino grazie della bella recensione, da come ne parli ti deve aver colpito molto, sembra interessante, parma e' una bellissima citta', scrivere qualcosa di positivo , come hai detto tu, ci fa vedere il bicchiere mezzo pieno, invece che mezzo vuoto, come siamo soliti pensare, dell'italia, ciao grazie a presto rosa buon week end.)

Costantino ha detto...

Riri,Grisham,attraverso il protagonista del libro,è parecchio sorpreso dell'Italia,ma si vede che apprezza molto.

Rosa,sì,cercare di vedere anche il bicchiere mezzo pieno.Questo libro,un pochino,aiuta.

Katya ha detto...

Della nostra bellissima Patria lo straniero rimane incantato e carpisce la bellezza in ogni dove, mi ricordo gli occhi di mia cognata, inglese, quando per la prima volta, girando per le vie della mia città in un solo battito di ciglia, ammirava l'Etna e il mare .... Ciao Costantino, leggerti e seguirti è sempre un piacere e ti ringrazio anche per le segnalazioni che dai, Grisham è un autore che non conosco, ma dalla recensione che dai deve essere interessante. Grazie. Buon fine settimana. Ciao!

Costantino ha detto...

Katya,condivido con te l'apprezzamento per questo nostro bellissimo,anche se un po'bistrattato paese.
Buona domenica,Costantino.

✿ Elena ✿ ha detto...

E' sempre bello quando scrivono dell'Italia! Dobbiamo imparare dagli stranieri l'amore verso la nostra patria!
Baci Baci

Costantino ha detto...

Ciao Elena,è proprio come dici tu:imparare dagli stranieri l'amore verso la nostra patria.

Marshall ha detto...

Costantino, condivido in pieno quanto hai scritto a Chaillrun e anche quanto ha scritto Chaillrun stessa:davvero a volte "l'estraneo" coglie particolari,persone, cose che dovremmo "cogliere" molto meglio di lui. Belle queste facciate di case, danno il senso dell'accoglienza e della familiarità.

Carolina ha detto...

Grazie per la raccomandazione, Costantino! Penso che ho letto quel libro tanto tempo fa...

Costantino ha detto...

Marshall,effettivamente uno straniero a volte comprende che qui,fra tanti problemi,si può vivere con più amicizia e con piccole belle
soddisfazioni.

Carolina,ciao,grazie per il tuo commento,a presto!

dandelion67 ha detto...

Un interessante ritratto di Parma, come non la conoscevo ancora...m'hai incuriosito sul libro ed ancor più su Parma, che ho veduto solo di passaggio. Complimenti per questo spazio che ho già iniziato a seguire con interesse...grazie Costantino...serena domenica..un sorriso..
dandelìon

Grazia ha detto...

Da leggere per scoprire anche una città, Parma, che conosco poco e male.Grazie per la segnalazione del libro e di questo bello spazio di parole e di pensieri.

Costantino ha detto...

Dandelion,Parma città assolutamente da vedere;
questo spazio collettivo,sono d'accordo, è molto bello.

Grazia,grande città d'arte,ricca di umanità e tante altre belle qualità.Grazie per i complimenti per il blog collettivo,"spazio di
parole e dii pensieri",merito di chi vi scrive e di chi l'ha ideato.

Ninfa ha detto...

Non ho mai letto niente di Grisham, ma prima o poi lo farò...E' sempre interessante conoscere il punto di vista di uno straniero, è una cosa che incuriosisce sapere come ci vedono gli altri, al di là dei soliti stereotipi. E poi un'inezione di fiducia ogni tanto è necessaria! Lo aggiungo alla lista, grazie per la bella recensione, ciao Costantino.

Anonimo ha detto...

Costantino carissimo, grazie per la segnalazione, non mancherò di leggere questo romanzo che, anche se, come dice qualcuno sopra, tende un po' a sorvolare sugli aspetti reali del nostro paese, nel bene e nel male, è comunque una lettura che deve in qualche modo prendere chi legge, quindi nel gioco dello scrivere per interessare, tutto è lecito purché porti al risultato. Grazie per i tuoi graditissimi interventi nel mio blog, sono salutari per me! Un caldo abbraccio, Magu.

Pupottina ha detto...

bello sapere che gli scrittori stranieri apprezzano l'Italia
Grisham è uno scrittore che mi piace molto, Costantino, ma è da un po' che non lo leggo... da quando mi sono sposata... dovrei passare da mia sorella a fare un po' di manbassa dei suoi legal thriller ^_____^

Giò ha detto...

Caro Costantino ... quell'Italia li, con le automobili con il cambio manuale, è proprio bella!

Felinità ha detto...

Parma è una città deliziosa, è cercherò di leggerla con gli occhi di Grisham, ho visto anche il versanete critico di Zio Scriba e mi piacerebbe confronatre le due versioni sportivo-italiche vissute con occhio starniero.
Un bacione ad entrambi miaoooooo

Costantino ha detto...

Ninfa,non è il miglior romanzo di Grisham,ma ci riguarda da vicino.Tanti problemi,tanti difetti,
e quelli ce li teniamo tutti,ma anche un modo di vivere "umano".Con tutte le contraddizioni che,purtroppo,conosciamo.

Costantino ha detto...

Magu,mi è piaciuto molto il tuo commento.
Colgo l'occasione anche per ringraziare il carissimo amico Nicola,che ha espresso realtà e problemi veri,ed una discussione che ha ravvivato questo post.
Pensiamo,con ottimismo,quanto sarebbe stupito il Rick di Grisham,se,tornando a distanza di tempo,
vedesse un'Italia migliore di quella che (forse) ha lasciato. E come saremmo stupiti noi ,se un sogno si avverasse.
Ciao,a presto,Costantino.s

Costantino ha detto...

Giò,condivido in pieno,forsa perchè ancor oggi la mia vecchia Punto il cambio a mano ce l'ha
ancora.

Costantino ha detto...

Felinità,grazie per il tuo commento molto bello e "ad hoc".
Rick,è un americano fallito,che trova un'ultima opportunità in Italia;ovviamente i probemi rimangono...

Costantino ha detto...

Pupottina,apprezzo molto la tua idea di "riprendere in mano" i libri di John Grisham.

Maraptica ha detto...

Io dovrei prenderli in mano per la prima volta, voglia me n'è venuta, devo solo trovare il tempo! Grazie Costantino, sempre interessante passare a leggerti :)

Costantino ha detto...

Grazie Maraptica,buona settimana!

Paola ha detto...

Di Grisham ho letto qualcosa e questo romanzo mi è sfuggito... ma dopo questa recensione sicuramente lo leggerò :-)
Grazie per l'info e condivisione... un caro saluto e buon inizio settimana!!!

Gabry ha detto...

Amo leggere i legal triller, e di questo autore ho letto moltissimi libri e tutti mi sono piaciuti, anche se questo, che ci segnali, è un pò diverso sicuramente sarà bello poterlo leggere.
Grazie per la dritta.

Un saluto e buona giornata!

Costantino ha detto...

Paola e Gabry,grazie per il passaggio,buona settimana!

Antonella ha detto...

Costantino, grazie per averci onorato, di questo scritto! Non ho letto questo libro, ma mi piacerebbe un mondo, visto come l'hai proposto, sarà di sicuro "bello.
Ancora grazie
Antonella.

Costantino ha detto...

Antonella,un grazie di cuore per il tuo commento,
se hai occasione di leggere qualcosa di Grisham
e non ti piacesse il genere "legal thriller",
oltre a "Il professionista",è stupendo "La casa dipinta".

Archivio